Roche Oncologia
Oncologia Morabito
Cortinovis SCLC 2021
Tumore prostata

Principali eventi cardiaci avversi con inibitori del checkpoint immunitario


Gli eventi avversi cardiaci maggiori ( MACE ) dovuti agli inibitori del checkpoint immunitario ( ICI ) sono eventi avversi immuno-correlati ( irAE ) poco frequenti che comprendono uno spettro di tossicità cardiache con manifestazioni variabili.

I MACE correlati a inibitori del checkpoint immunitario possono portare a morbilità e mortalità significative, da qui la necessità di definire meglio le presentazioni di MACE e la loro associazione con eventi avversi immuno-correlati non-cardiaci nei pazienti trattati con inibitori del checkpoint immunitario.

È stata condotta un'analisi retrospettiva aggregata di MACE acquisiti nel database di segnalazione di eventi avversi gravi del National Cancer Institute ( NCI ) - Cancer Therapy Evaluation Program for National Cancer Institute per studi clinici sperimentali tra il 2015 e il 2019.

I pazienti erano ammissibili se erano stati trattati con anti-PD-1 o anti-PD-L1 da solo o con terapie antitumorali aggiuntive.

In totale 6.925 partecipanti hanno ricevuto terapie a base di anti-PD-(L)1; il 48% ( n=3.354 ) è stato trattato con terapia anti-PD-(L)1 a singolo agente.

Dei 6.925 pazienti, lo 0.6% ( n=40 ) si è qualificato con MACE correlati a inibitori del checkpoint immunitario, con il 77.5% ( n=31 su 40 ) di grado maggiore o uguale a 3.

La miocardite ha rappresentato il 45% ( n=18 su 40 ) del totale degli eventi MACE correlati a inibitori del checkpoint immunitario.
Il coinvolgimento multisistemico concomitante con altri eventi avversi immuno-correlati non-cardiaci è stato osservato nel 65% dei casi ( n=26 su 40 ).
La maggior parte dei pazienti con miocardite ( 83%, n=15 su 18 ) aveva uno o più eventi avversi immuno-correlati non-cardiaci associati.

L'incidenza di eventi MACE è risultata maggiore con le terapie anti-PD-(L)1 più terapie mirate rispetto agli anti-PD-(L)1 più combinazioni ant-linfociti T-4 citotossici ( anti-CTLA-4 ) ( 2.1% vs 0.9%, P=0.08 ).

C'è stata una maggiore incidenza di miocardite con terapie combinate a base di anti-PD-(L)1 rispetto a terapie anti-PD-(L)1 a singolo agente ( 0.36%, n=13 su 3.571 vs 0.15%, n=5 su 3.354, P=0.08 ).

I decessi correlati alla miocardite sono stati identificati nel 22.5% dei casi ( n=4 su 18 ). Tutti e 4 i pazienti deceduti avevano miosite concomitante.

Dovrebbe essere enfatizzato l'aumento della consapevolezza del paziente e del prescrittore nella comprensione dei pattern di eventi MACE correlati a inibitori del checkpoint immunitario e degli eventi avversi immuno-correlati non-cardiaci associati.
È necessaria una migliore caratterizzazione del rischio di eventi MACE con l'uso concomitante di terapie antitumorali non-basate sugli inibitori del checkpoint immunitario con trattamenti anti-PD-(L)1. ( Xagena2022 )

Naqash AR et al, J Clin Oncol 2022; 40: 3439-3452

Cardio2022 Onco2022 Farma2022



Indietro