Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore prostata
OncoGinecologia

Risultati ricerca per "Immunoterapia"

Dallo studio di fase 2 DART è emerso che i pazienti con rari tumori neuroendocrini di alto grado traggono beneficio clinico da una combinazione di inibitori del checkpoint immunitario Ipilimumab ( Yer ...


Pembrolizumab ( Keytruda ) ha dimostrato attività antitumorale e ha indotto risposte durature nei pazienti con carcinoma polmonare a piccole cellule ( SCLC ) in stadio avanzato che avevano ricevuto du ...


Gli inibitori del checkpoint immunitario anti-PD-1 hanno dimostrato alta efficacia e bassa tossicità in una piccola coorte di pazienti con sarcoma di Kaposi sieropositivo per il virus HIV. Più del 65 ...


La combinazione di Nivolumab ( Opdivo ) e Ipilimumab ( Yervoy ) a basso dosaggio ha ridotto il rischio di progressione o morte del 52% rispetto alla chemioterapia standard con Platino doppietto per i ...


Nivolumab ( Opdivo ) ha continuato a conferire un significativo beneficio di sopravvivenza globale rispetto alla scelta terapeutica dello sperimentatore tra i pazienti con carcinoma a cellule squamose ...


I risultati di uno studio di fase II hanno mostrato che l'inibitore PARP Olaparib ( Lynparza ) associato all'inibitore di PD-L1 Durvalumab ( Imfinzi ) esercita attività antitumorale negli uomini non-s ...


I dati di follow-up a 2 anni dello studio KEYNOTE-045 hanno mostrato miglioramenti sulla sopravvivenza globale ( OS ) con Pembrolizumab ( Keytruda ) rispetto alla chemioterapia in pazienti pretrattat ...


L'aggiunta di Atezolizumab ( Tecentriq ) al trattamento di prima linea con Bevacizumab ( Avastin ) e chemioterapia ha esteso la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) del 38% tra gli individui c ...


La sopravvivenza globale nel cancro della cervice ricorrente, metastatico, è risultata estesa con un approccio immunoterapico a base di Listeria che ha come bersaglio il papillomavirus umano ( HPV ). ...


Lo studio CheckMate -012 di fase Ib ha valutato Nivolumab ( Opdivo ) e Ipilimumab ( Yervoy ), due farmaci immuno-oncologici, in pazienti con carcinoma avanzato del polmone non a piccole cellule ( NSCL ...


L’immunoterapia con un batterio vivo in combinazione con la chemioterapia ha dimostrato oltre il 90% di controllo della malattia e un tasso di risposta del 59% nei pazienti con mesotelioma pleurico ma ...


L'FDA ( Food and Drug Administration ) ha concesso l'approvazione accelerata ad Atezolizumab per il trattamento del carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico. Atezolizumab ( Tecentriq ...


Gli anticorpi anti-morte cellulare programmata 1 ( PD-1 ) e anti-ligando di morte cellulare programmata 1 ( PD-L1 ) sono nuove immunoterapie oncologiche, che possono indurre eventi avversi correlati a ...


La terapia immunitaria contro il cancro ha mostrato un notevole beneficio nel trattamento di una serie di tipi di tumore, sebbene in alcuni pazienti possa causare disordini autoimmunitari. Si è tent ...


Un'analisi retrospettiva di una serie di casi ha descritto le strategie di gestione dei pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) che hanno presentato una malattia iperprogress ...